>> 10^ GIORNATA: l' Editoriale

>> 10^ GIORNATA: l' Editoriale

 

 

 

 

 

“Vincono tutte le prime, la classifica si allunga”


Vincono le prime sette: West Ham, Ajax, Bayern, Psg, Atalanta, Arsenal e Sassuolo consolidano le loro posizioni pur mantenendo intatte le distanze. Si allarga la forbice tra queste squadre e il resto del torneo quando mancano solo cinque giornate al termine del girone unico. Gli scontri diretti in alto diventano quindi ancor più decisivi.

 

 

>> LA GIORNATA

 

Chelsea – Ajax 2-8

Tottenham – West Ham 2-5

Doppio impegno londinese per le capoliste, doppio impegno non facile visto che Chelsea e Tottenham erano a ridosso dell’alta classifica. Finisce con due successi abbastanza similari nella loro genesi. L’Ajax ne fa 8 al Chelsea senza soffrire e giocando bene, con Pinti e Santos in ottima forma e bravi a combinare tra loro quando in campo contemporaneamente. Pinti si prende anche il titolo di Mvp del match.

Un po’ più difficile per il West Ham, che batte 2-5 un Tottenham che ha resistito a lungo ma che poi ha ceduto nonostante l’acquisto in simultanea dei fratelli Marini, prelevati dall’Atalanta. Gli Hammers soffrono una fase offensiva oggi un po’ meno brillante del solito, con Niccolò Martini che segna solo una rete e vede avvicinarsi pericolosamente gli avversari in classifica marcatori.

 

 

 

Monaco – Bayern 3-5

Boca – Psg 1-16

Capitolo inseguitrici a tinte diverse. Se il Psg vince facilmente col fanalino di coda Boca per 16-1, con prestazioni super di Ciolfi e Reali (cinquina a testa) e del portiere Pelliccioni che blinda la porta, più complessa è stata la vittoria dei bavaresi contro il Monaco. Il 3-5 finale è stato frutto di un match portato avanti in modo testardo da parte dei tedeschi, che hanno giocato in modalità ariete per tutto l’incontro, vincendo per spinta e inerzia. D’altronde, quando il gioco non è fluido, bisogna fare appello ad altre qualità e di certo il Bayern (come la storia della compagine insegna) ha messo in campo una determinazione e una fame pari a pochi altri nel torneo. Le grandi squadre si vedono soprattutto nei momenti duri.

 

 

Man Utd – Sassuolo 3-9

Wolves – Arsenal 3-9

Real Madrid – Atalanta 4-5

Prosegue ugualmente compatto il terzetto a quota 19: dopo le prime quattro infatti ci sono Sassuolo, Arsenal e Atalanta che premono sul Psg, appena tre punti in più. Sassuolo e Arsenal hanno vinto con lo stesso risultato, un largo 3-9. Per i neroverdi altra prestazione maiuscola di Zaino inserito in una compagine che gioca ormai a memoria e che ora è anche supportata da una condizione fisica invidiabile, abbastanza scontato che il risultato fosse questo contro l’ultima in classifica.

L’Arsenal ottiene lo stesso risultato ma contro una squadra meglio messa in graduatoria: il 9-3 finale contro il Wolverhampton (che, coi suoi 13 punti partiva a solo -3 rispetto ai Gunners) è stato frutto di una prestazione collettiva importante, con Angelini protagonista e migliore in campo. Di certo, oggi, l’Arsenal è la squadra che ci ha meglio impressionato del trio.

L’Atalanta batte 5-4 il Real faticando più del previsto, grazie soprattutto alle doppiette di Mangione e Scaramucci (migliore in campo). Gli sconvolgimenti di mercato, riguardanti la doppia cessione dei fratelli Ranieri, hanno sicuramente tolto un po’ di brillantezza e di profondità offensiva alla manovra bergamasca: starà ai nerazzurri riprendere la normale rotta, perché altre prestazioni come quella di oggi, magari con squadre meglio messe in classifica, non porteranno grossi risultati.

 

 

Borussia Dortmund – Liverpool 6-8

I Reds vincono nello scontro diretto tra ultime e fanno un bel balzo dall’ultimo al dodicesimo posto. Finisce con un +2 per gli inglesi un incontro tutto sommato godibile in cui le due compagini, con ormai pochi obiettivi di classifica, si sono fronteggiate a viso aperte, più concentrate a costruire che a difendersi. Ottime le prove di Carbonetti (cinque reti per il giocatore tedesco) e di D’Amico, autore della decisiva tripletta in casa inglese e migliore in campo.

 

 

***********



>> PROMOSSI 

Santos (Ajx): un’altra lancia pronta nell’armamentario degli olandesi. Ottima prestazione, qualità e gioco di squadra.

Angelini (Ars): tripletta per lui, nella giornata in cui toglie lo scettro di bomber di squadra a Ortolani. Angelini è bravo pure a partire da più dietro, può dare qualche punto ai suoi da qui a fine torneo.

D’Amico (Liv): bella prestazione per il versatile giocatore dei Reds. Il secondo successo stagionale della sua squadra passa dai suoi piedi.

 

>> BOCCIATI

Chelsea e Tottenham: falliscono l’aggancio alle vette dopo le sconfitte con le capoliste. 

 

 

 

>> TOP 5

 

Pelliccioni (Psg)

Santos (Ajx)

Angelini (Ars)

D’Amico (Liv)

Scaramucci (Ata)

 

 

 

>> LA PROSSIMA GIORNATA

Turno sulla carta facile per le capoliste contro Liverpool (Ajax) e Boca (West Ham). Molto interessante Atalanta-Psg, che si giocano il quarto posto. Wolves-Chelsea è lo spartiacque per entrambe: mezza classifica o speranze di agganciare le grandi? Il Bayern trova nel Tottenham un ostacolo non facile nella sua rincorsa al primo posto.